Nessun commento

Detrazione degli interessi passivi del mutuo

Detrazione degli interessi passivi del mutuo

La detrazione degli interessi passivi del mutuo nel modello 730/2020 o nel modello Unico per la dichiarazione dei redditi è pari al 19% della spesa sostenuta.
Non tutte le tipologie di mutuo sono però ammesse alla detrazione fiscale.

L’Agenzia delle Entrate riporta il dettaglio dei mutui ammessi alla detrazione:

  • mutui ipotecari contratti per l’acquisto dell’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale (rigo E7, codice 7);
  • mutui ipotecari stipulati prima del 1993 su immobili diversi da quelli utilizzati come abitazione principale (righi da E8 a E10 codice 8);
  • mutui, anche non ipotecari, contratti nel 1997 per effettuare interventi di manutenzione, restauro e ristrutturazione su tutti gli edifici compresa l’abitazione principale (righi da E8 a E10 codice 9);
  • mutui ipotecari contratti a partire dal 1998 per la costruzione e la ristrutturazione edilizia di unità immobiliari da adibire ad abitazione principale (righi da E8 a E10 codice 10);
  • prestiti e mutui agrari di ogni specie (righi da E8 a E10 codice 11).
  • Detrazione interessi passivi mutuo prima casa nel modello 730/2020 o nel modello UNICO

    La detrazione degli interessi passivi del mutuo per la prima casa possono essere portati in detrazione per un importo massimo pari a 4.000 € dai quali è possibile detrarre l’imposta lorda, pari al 19% del costo sostenuto.

    Nel caso di contitolarità del mutuo bisognerà suddividere in base al numero di cointestatari del contratto.
    Nel caso ad esempio di mutuo contratto da coniugi non fiscalmente a carico l’uno dell’altro, ciascuno dei coniugi potrà detrarre un massimo di 2.000 € ciascuno, mentre se uno dei coniugi è a carico dell’altro, il dichiarante potrà detrarre tutte e due le quote di interessi passivi.

    Se l’immobile nel corso dell’anno non è più utilizzato come abitazione principale ovvero prima casa, a partire dallo stesso anno, la detrazione degli interessi passivi può essere solo sull’importo massimo di 2.065,83 euro per ciascun intestatario del mutuo.

    Detrazione mutuo per ristrutturazione o costruzione della prima casa nel modello 730/2020 o del modello UNICO

    Per la detrazione degli interessi passivi di mutui per la ristrutturazione o per la costruzione della prima casa esistono due condizioni:

  • mutuo contratto nel 1997, la detrazione spetta esclusivamente per i contratti aventi ad oggetto opere di ristrutturazione, manutenzione o restauro di edifici esistenti con un importo massimo è pari a 2.582,28 €, detraibile al 19%.
  • mutuo contratto a partire dal 1998, la detrazione degli interessi passivi del mutuo è valida sia per i mutui finalizzati alla ristrutturazione che alla costruzione della prima casa, sempre con un limite di spesa pari a 2.582,28 € e un rimborso pari al 19%.
  • Open chat