Nessun commento

Bonus casa al 110% fino al 2024

bonus casa

Il successo del superbonus al 110% sta spingendo il Governo ad ampliare la portata del provvedimento e mantenere in vigore il bonus casa, emanato con il Decreto Agosto, fino al 2024.

Cosa prevede il Governo per le agevolazioni fiscali future sulla casa

In un intervento sulla sua pagina Facebook, il Senatore M5S, Gianni Pietro Girotto, ha messo in evidenza le modifiche che si vorrebbero apportare al Decreto.
Obiettivo del Governo è quello di ampliare i beneficiari del bonus casa.
Si pensa infatti di estendere l’agevolazione fiscale del 110% anche edifici industriali e strutture ricettive.
Una modifica che potrebbe trovare il necessario finanziamento dal Recovery Fund.
Le nuove risorse infatti, attese dall’Europa, potrebbero essere in parte destinate a finanziare le agevolazioni fiscali per gli immobili estendendo i benefici fino al 2024.

Ipotesi di modifica del bonus casa

Il Governo sta valutando la proroga del Superbonus 110% dal 31 dicembre 2021 al 31 dicembre 2024, ipotesi sostenuta anche dal Ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, durante un intervento dedicato alla destinazione delle risorse del Recovery Fund.

Agevolazioni fiscali e immobili con lievi irregolarità

Molti edifici hanno delle irregolarità urbanistiche questo finora limita gli interventi anche nei
condomini. Basta infatti che un solo condomino abbia delle irregolarità urbanistiche nell’immobile di sua proprietà per annullare il beneficio dell’agevolazione fiscale anche sulle parti comuni.

Il Governo sta lavorando proprio su quest’aspetto, con l’obiettivo di salvaguardare almeno le parti comuni e dunque permettere lavori come: il cappotto o la sostituzione degli impianti sull’interno condominio, nonostante la presenza di immobili con “leggere” irregolarità.

L’ampliamento dei benefici potrebbe riguardare anche le case che non hanno un accesso autonomo, ma sono parte di complessi residenziali e in questo caso si andrebbe a modificare quella dicitura: “edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno”, che di fatto al momento escluderebbe questa tipologia di case.

Bonus casa anche per più edifici di un unico proprietario

Su questo aspetto si chiede maggiore chiarezza da parte del Governo, al momento non è previsto il Superbonus per più immobili appartenenti a un unico proprietario, ma potrebbe esserci una modifica anche su questo con l’indicazione del numero esatto di case, con unica proprietà, su cui è possibile effettuare lavori beneficiando del Superbonus al 110%.

Si tratta comunque di ipotesi su cui stanno lavorando i tavoli tecnici ministeriali, restiamo in attesa della normativa e come sempre delle linee guida dell’Agenzia delle Entrate.

Open chat