Nessun commento

Richiesta del bonus idrico: come procedere

richiesta del bonus idrico

Il Ministero della transizione ecologica ha pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto 27 settembre 2021 con cui si rende attuativa la richiesta del bonus idrico.

Il bonus idrico è un contributo erogato dal Governo destinato a ridurre lo spreco di acqua nelle abitazioni.
Per ogni immobile è previsto un contributo pari a 1000 euro, erogati una tantum, che potrà andare a coprire le spese sostenute per interventi di efficientamento idrico nel periodo compreso dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021.
Il totale dei fondi erogati per il 2021 è pari a 20 milioni di euro e il bonus idrico sarà concesso fino all’esaurimento dei fondi disponibili.

Chi può inoltrare la richiesta del bonus idrico?

Possono procedere alla richiesta del bonus idrico i proprietari o coloro che hanno un diritto reale su edifici esistenti o coloro che hanno diritti personali di godimento su parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari.

Quali interventi saranno finanziati?

Potranno essere ammessi ad agevolazione fiscale i seguenti interventi:

  • fornitura e la posa in opera di vasi sanitari in ceramica con volume massimo di scarico uguale o inferiore a 6 litri e relativi sistemi di scarico, compresi le opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti;
  • fornitura e l’installazione di rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, compresi i dispositivi per il controllo di flusso di acqua con portata uguale o inferiore a 6 litri al minuto
  • soffioni doccia e colonne doccia con valori di portata di acqua uguale o inferiore a 9 litri al minuto, compresi le eventuali opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti.

Online la piattaforma per la richiesta bonus idrico

La piattaforma per la richiesta del bonus idrico sarà accessibile dal sito del Ministero della transizione ecologica e sarà gestita da SOGEI.
Per accedere alla piattaforma sarà sufficiente accedere tramite SPID o con Carta d’Identità Elettronica, la concessione del bonus sarà per ordine cronologico di richiesta, non saranno dunque necessarie altre condizioni come ISEE o altri documenti. Sarà possibile richiederlo fino all’esaurimento dei fondi.

Open chat