Nessun commento

Testo Unico dell’Edilizia: novità in arrivo a luglio

testo unico dell'edilizia nuove costruzioni lecce

Il tavolo tecnico istituito presso il Consiglio Superiore dei lavori pubblici è al lavoro per completare la revisione del Testo Unico dell’Edilizia (DPR 380/2001), secondo il piano dei lavori, il nuovo documento dovrebbe essere portato a compimento nel prossimo mese di luglio.

Le novità per l’edilizia

Tra gli obiettivi del nuovo testo unico dell’edilizia ci sono:

  • Ridurre il numero dei titoli abilitativi
  • favorire le demolizioni e ricostruzioni
  • eliminare la procedura dell’autorizzazione sismica preventiva
  • istituire il fascicolo del fabbricato nel contesto di un sistema integrato del territorio che l’Agenzia del Catasto sta mettendo a punto
  • istituire la certificazione di sostenibilità degli immobili
  • istituire il concetto di classe di rischio di una costruzione, in particolare quella sismica, con l’intento di incrementare la classificazione del patrimonio edilizio, al fine di ridurre il rischio favorire la sostenibilità delle costruzioni utilizzando l’impiego di materiali eco-sostenibili o di riciclo e la demolizione selettiva;
  • A questi si aggiungono inoltre tutte le misure utili a favorire la rigenerazione e la riqualificazione dei centri urbani.

    Il nuovo testo unico per l’edilizia

    Nella bozza del provvedimento che sarà a breve trasformata in un documento ufficiale, sono presenti oltre 130 articoli distribuiti in 4 titoli di riferimento:

  • contenuti e disposizioni generali
  • disciplina dell’attività edilizia
  • resistenza e stabilità delle costruzioni
  • sostenibilità delle costruzioni
  • Il tentativo è quello di riorganizzare la complessità delle norme ancora vigenti nell’ambito delle costruzioni per favorire uno snellimento delle procedure e facilitare la ripartenza del settore immobiliare.

    Si tratta dunque di importanti novità che da un lato hanno l’obiettivo di semplificare l’insieme di leggi che oggi regolano il settore dell’edilizia e dall’altro favorire comportamenti virtuosi come la prevenzione del rischio sismico o idrogeologico e favorire recuperi o nuove costruzioni che rispettino la sostenibilità ambientale.

    Il mercato delle nuove costruzioni immobiliari potrebbe dunque avere un nuovo slancio a partire da luglio, proprio grazie al nuovo testo unico per l’edilizia.

    Open chat